Omelia di Papa Francesco del 16 settembre 2016 – La logica del cristiano è quella del dopodomani

Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 16 settembre 2016 a Casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Prima Lettura (1Cor 15,12-20) per parlare della logica del cristiano, che non deve fermarsi al domani, bensì – ha detto il Papa – al dopodomani. La logica del domani è facile – ha affermato il Santo Padre – moriremo infatti tutti, ma facciamo un passo in più: pensiamo alla resurrezione, che avverrà con la trasformazione del nostro corpo, della nostra carne. Chiediamo la grazia dello Spirito Santo – ha concluso il Papa – per capire questa logica del dopodomani quando, con il nostro corpo trasformato, rimarremo con il Signore per sempre.

Questa è la trascrizione:

“La logica di ieri è facile. la logica dell’oggi è facile. La logica del domani è facile: tutti moriremo. Ma la logica del dopodomani, questa è difficile. E questo è quello che Paolo vuole annunziare oggi: la logica del dopodomani. Come sarà? ­Come sarà quello? La resurrezione. Cristo è risorto. Cristo è risorto ed è ben chiaro che non è risorto come un fantasma. Nel passo di Luca sulla resurrezione: ‘Ma toccatemi’. Un fantasma non ha carne, non ha ossa. ‘Toccatemi. Datemi da mangiare’. La logica del dopodomani è la logica nella quale entra la carne”.

“Abbiamo paura di accettare e portare alle ultime conseguenze la carne di Cristo. E’ più facile una pietà spiritualistica, una pietà delle sfumature; ma entrare nella logica della carne di Cristo, questo è difficile.  E questa è la logica del dopodomani. Noi resusciteremo come è risorto Cristo, con la nostra carne”.

“E’ un segno di maturità capire bene la logica del passato, è un segno di maturità muoversi nella logica del presente, quella di ieri e quella dell’oggi. E’ anche un segno di maturità avere la prudenza per vedere la logica del domani, del futuro. Ma ci vuole una grazia grande dello Spirito Santo per capire questa logica del dopodomani, dopo la trasformazione, quando Lui verrà e ci porterà tutti trasformati sulle nuvole per rimanere sempre con Lui. Chiediamo al Signore la grazia di questa fede”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...