Omelia di Papa Francesco del 7 aprile 2016 – “I testimoni del Risorto sono il sangue vivo della Chiesa”

L’omelia di Papa Francesco di oggi, 7 aprile 2016, a Casa Santa Marta, verte sulla testimonianza cristiana, sulla santità quotidiana. Prendendo spunto dalla Prima Lettura (At 5,27-33), il Santo Padre ha sottolineayo il cambiamento di Pietro, che qui emerge coraggioso nell’annunciare la Risurrezione di Gesù davanti ai capi del Sinedrio. Ma la testimonianza, ha aggiunto il Papa, è una grazia che il Signore ci dà con lo Spirito Santo e senza di Lui non esiste testimonianza cristiana. Di cosa ha bisogno la Chiesa oggi, ha chiesto il Santo Padre? Di testimoni e di martiri, di santi della quotidianità, testimoni fino alla fine, fino alla morte. Loro – ha concluso il Papa – sono il sangue vivo della Chiesa, quelli che portano la Chiesa avanti.

Questa è la trascrizione:

“La coerenza fra la vita e quello che abbiamo visto e ascoltato è proprio l’inizio della testimonianza. Ma la testimonianza cristiana ha un’altra cosa, non è solo di quello che la dà: la testimonianza cristiana, sempre, è in due. ‘E di questi fatti siamo testimoni noi e lo Spirito Santo’. Senza lo Spirito Santo non c’è testimonianza cristiana. Perché la testimonianza cristiana, la vita cristiana è una grazia, è una grazia che il Signore ci dà con lo Spirito Santo”.

“E’ la testimonianza dei nostri martiri oggi, tanti, cacciati via dalla loro terra, sfollati, sgozzati, perseguitati: hanno quel coraggio di confessare Gesù proprio fino al momento della morte; è la testimonianza di quei cristiani che vivono la loro vita sul serio e dicono: ‘Io non posso fare questo, io non posso fare male ad un altro; io non posso truffare; io non posso condurre una vita a metà, io devo dare la mia testimonianza’. E la testimonianza è: dire quello che nella fede ha visto e udito, cioè Gesù Risorto, con lo Spirito Santo che ha ricevuto come dono”.

“Sono proprio i testimoni, cioè i santi, i santi di tutti i giorni, quelli della vita ordinaria, ma con la coerenza, e anche i testimoni fino alla fine, fino alla morte. Questi sono il sangue vivo della Chiesa; questi sono quelli che portano la Chiesa avanti, i testimoni; quelli che attestano che Gesù è risorto, che Gesù è vivo, e lo attestano con la coerenza di vita e con lo Spirito Santo che hanno ricevuto in dono”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...