Omelia di Papa Francesco del 30 ottobre 2015 – “Dio perdona come un padre, non come un impiegato del tribunale”

Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 30 ottobre 2015 a Casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Lettura del Vangelo (Lc 14, 1-6) per parlare di come le guarigioni di Gesù fossero segno della compassione di Dio, che non corrisponde alla nostra idea di compassione, ma è qualcosa di diverso, coinvolgente: è mettersi nel problema – ha detto il Santo Padre – nella situazione dell’altro, con il cuore di Padre. La stessa immedesimazione che dovrebbe avere un confessore – ha aggiunto il Papa – capace di coinvolgersi in tutti i problemi umani.

Questa è la traduzione (da Radio Vaticana):

“E’ interessante che nella parabola che noi tutti conosciamo del Figliol Prodigo, si dice che quando il padre – che è una figura di Dio che perdona – vede arrivare suo figlio ebbe compassione. La compassione di Dio non è avere pietà: non ha nulla a che vedere una cosa con l’altra”.

“Gesù curava la gente però non è un ‘guaritore’. No! Curava la gente come segno, come segno della compassione di Dio, per salvarla, per rimettere al suo posto nel recinto la pecorella smarrita, i soldi smarriti da quella signora nel portafoglio. Dio ha compassione. Dio ci mette il suo cuore di Padre, ci mette il suo cuore per ciascuno di noi. E quando Dio perdona, perdona come Padre e non come un impiegato del tribunale, che legge una sentenza e dice: ‘Assolto per insufficienza di prove’. Ci perdona da dentro. Perdona perché si è messo nel cuore di questa persona”.

“Questo è quello che fa un sacerdote: commuoversi, impegnarsi nella vita della gente, perché un prete è un sacerdote, come Gesù è sacerdote. Quante volte – e poi noi dobbiamo andare a confessarci – critichiamo quei preti, ai quali non interessa ciò che succede nella loro congregazione, che non se ne preoccupano. No, non è un buon prete! Un buon prete è quello che si coinvolge”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...