Omelia di Papa Francesco del 29 ottobre 2015 – “Dio può tutto, tranne una cosa: staccarsi da noi”

Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 29 ottobre 2015 a Casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Prima Lettura (Rm 8, 31-39) per affermare che Dio può tutto, tranne una cosa: staccarsi da noi! Noi possiamo rifiutare il dono dell’amore di Dio, per la nostra vanità, il nostro orgoglio, ma questo dono c’è. Questa è la debolezza di Dio – ha detto il Papa – la sua incapacità di non amare; e nessuno, nessuna potenza potrà mai separarci da questo amore. E riferendosi alla Lettura del Vangelo (Lc 13, 31-35), il Santo Padre ha sottolineato la tenerezza di Dio, che ci accoglie come chioccia con i suoi pulcini e anche “il più cattivo, il più bestemmiatore è amato da Dio con una tenerezza di padre, di papà”.

Questa è la trascrizione:

“Non è che noi siamo vincitori sui nostri nemici, sul peccato. No! Noi siamo tanto legati all’amore di Dio, che nessuna persona, nessuna potenza, nessuna cosa ci potrà separare da questo amore. Paolo ha visto nel dono, ha visto più, quello che dà il dono: è il dono della ricreazione, è il dono della rigenerazione in Cristo Gesù. Ha visto l’amore di Dio. Un amore che non si può spiegare”.

“Il dono è l’amore di Dio, un Dio che non può staccarsi da noi. Quella è l’impotenza di Dio. Noi diciamo: ‘Dio è potente, può fare tutto!’. Meno una cosa: staccarsi da noi! Nel Vangelo quell’immagine di Gesù che piange sopra Gerusalemme, ci fa capire qualcosa di questo amore. Gesù ha pianto! Pianse su Gerusalemme e in quel pianto è tutta la impotenza di Dio: la sua incapacità di non amare, di non staccarsi da noi”.

“Dio non può non amare! E questa è la nostra sicurezza. Io posso rifiutare quell’amore, posso rifiutare come ha rifiutato il buon ladrone, fino alla fine della sua vita. Ma lì lo aspettava quell’amore. Il più cattivo, il più bestemmiatore è amato da Dio con una tenerezza di padre, di papà. E come dice Paolo, come dice il Vangelo, come dice Gesù: ‘Come una chioccia con i pulcini’. E Dio il Potente, il Creatore può fare tutto: Dio piange! In questo pianto di Gesù su Gerusalemme, in quelle lacrime, è tutto l’amore di Dio. Dio piange per me, quando io mi allontano; Dio piange per ognuno di noi; Dio piange per quelli malvagi, che fanno tante cose brutte, tanto male all’umanità… Aspetta, non condanna, piange. Perché? Perché ama!”.

 

2 pensieri su “Omelia di Papa Francesco del 29 ottobre 2015 – “Dio può tutto, tranne una cosa: staccarsi da noi”

  1. Mi scusi admin ma dove e’ finita la parte dell’omelia dove Francesco afferma: “Dio non condanna puo’ solo amare”?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...