Omelia di Papa Francesco del 15 ottobre 2015 – “Non accorciamo gli orizzonti di Dio”

Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 15 ottobre 2015 a Casa Santa Marta, ha parlato della gratuità della salvezza. Prendendo spunto dalla Lettura del Vangelo (Lc 11, 47-54) nella quale Gesù si rivolge ai dottori della Legge accusandoli di aver portato via la chiave della conoscenza e di aver impedito l’accesso a chi vi voleva entrare, il Santo Padre ha detto di non accorciare l’orizzonte di Dio: il suo amore infatti non ha limiti, è gratuito e non è legato al controllo di nessuno. I comandamenti vanno rispettati ma – ha sottolineato il Papa – non devono esserci controllori che certifichino la nostra fede: amando Dio con tutto il cuore e il prossimo come noi stessi riusciamo ad aprirci alla gratuità dell’amore di Dio e alla sua salvezza.

Questa è la trascrizione:

“Anche Gesù sembra un po’ accanito contro questi dottori della legge, perché gli dice cose forti. Gli dice cose forti e molto dure. ‘Voi avete portato via la chiave della conoscenza, voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare voi glielo avete impedito, perché avete portato via la chiave’, cioè la chiave della gratuità della salvezza, di quella conoscenza”.

“E per questo Gesù dice: ‘L’amore più grande è questo: amare Dio con tutta la vita, con tutto il cuore, con tutta la forza, e il prossimo come te stesso’. Perché è l’unico comandamento che è all’altezza della gratuità della salvezza di Dio. E poi aggiunge Gesù: ‘In questo comandamento ci sono tutti gli altri, perché quello chiama – fa tutto il bene – tutti gli altri’. Ma la fonte è l’amore; l’orizzonte è l’amore. Se tu hai chiuso la porta e hai portato via la chiave dell’amore, non sarai all’altezza della gratuità della salvezza che hai ricevuto. Questa lotta per il controllo della salvezza – soltanto si salvano questi, questi che fanno queste cose – non è finita con Gesù e con Paolo”.

“Facciamoci oggi queste domande, soltanto così saremo fedeli a questo amore tanto misericordioso: amore di padre e di madre, perché anche Dio dice che Lui è come una madre con noi; amore, orizzonti grandi, senza limiti, senza limitazioni. E non ci lasciamo ingannare dai dottori che limitano questo amore”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...