“Una comunità priva di coraggio e gioia, è malata”. Omelia di Papa Francesco del 15 maggio 2015

«Non aver paura»: Papa Francesco ha preso spunto da questa esortazione di Gesù a San Paolo, presente nella Prima Lettura (At 18, 9-18), per sviluppare l’omelia nella Messa celebrata oggi, 15 maggio 2015, a Casa Santa Marta. La paura non è un atteggiamento cristiano, ha detto il Santo Padre, perché lega la nostra anima, non le dà la libertà di guardare avanti, paralizza le nostre azioni e porta ad un egocentrismo egoistico. La comunità cristiana non deve ammalarsi di questa paura, ha continuato il Papa, ma con il coraggio dato dallo Spirito Santo, deve spingersi oltre. Ma un’altra particolarità che deve caratterizzare un cristiano e la sua comunità, oltre il coraggio, è la gioia: che non è riconducibile al mero divertimento, ad un’allegria passeggera, ma a qualcosa di più profondo che dà un senso alla nostra vita, che porta pace nei momenti di dolore, un dono dello Spirito Santo che ci fa sentire figli di Dio.

Questa è la trascrizione:

“Per questo Gesù dice a Paolo: ‘Non avere paura. Continua a parlare’. La paura non è un atteggiamento cristiano. E’ un atteggiamento – possiamo dire – di un’anima incarcerata, senza libertà, che non ha libertà di guardare avanti, di creare qualcosa, di fare del bene … no, sempre: ‘No, ma c’è questo pericolo, c’è quell’altro, quell’altro …’. E questo è un vizio. E la paura fa male”.

“Ci sono comunità paurose, che vanno sempre sul sicuro: ‘No, no, non facciamo questo, no, no, questo non si può, questo non si può …’. Sembra che sulla porta d’entrata abbiano scritto ‘vietato’: tutto è vietato per paura. E tu entri in questa comunità e l’aria è viziata, perché è una comunità malata. La paura ammala una comunità. La mancanza di coraggio ammala una comunità”.

“La gioia cristiana non è un semplice divertimento, non è un’allegria passeggera; la gioia cristiana è un dono, è un dono dello Spirito Santo. E’ avere il cuore sempre gioioso perché il Signore ha vinto, il Signore regna, il Signore è alla destra del Padre, il Signore ha guardato me e mi ha inviato e mi ha dato la sua grazia e mi ha fatto figlio del Padre … E’ quella la gioia cristiana. Un cristiano vive nella gioia”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...