“Mettiti in cammino e cerca Dio”. Omelia di Papa Francesco del 10 febbraio 2015

“Chi non si mette in cammino, non troverà mai il volto di Dio”: questo il messaggio centrale dell’omelia tenuta da Papa Francesco nella Messa celebrata oggi, 10 febbraio 2015 a Casa Santa Marta. Il Santo Padre ha preso spunto dalla Prima Lettura (Gn 1, 20 – 2,4a), che prosegue il racconto della Genesi iniziato ieri e che parla in particolare dell’uomo creato a immagine di Dio, per sottolineare come non esista altro modo per conoscere l’immagine di Dio e dunque la nostra stessa identità se non quello di mettersi in cammino, spinti dall’inquietudine che lo stesso Dio ha messo nel cuore di ognuno di noi. Nell’episodio del Vangelo di oggi (Mc 7, 1-13) è rappresentato bene, ha detto il Papa, il rischio che si corre rimanendo fermi: ci si assoggetta alle tradizioni degli uomini, ci si accontenta di un ritratto di Dio che hanno fatto altri uomini.

Questa è la trascrizione:

“Chi non si mette in cammino, mai conoscerà l’immagine di Dio, mai troverà il volto di Dio. I cristiani seduti, i cristiani quieti non conosceranno il volto di Dio: non lo conoscono. Dicono: ‘Dio è così, così…’, ma non lo conoscono. I quieti. Per camminare è necessaria quella inquietudine che lo stesso Dio ha messo nel nostro cuore e che ti porta avanti a cercarlo”.

“Nel Vangelo, Gesù incontra gente che ha paura di mettersi in cammino e che si “adatta con una caricatura di Dio. E’ una falsa carta d’identità. Questi non-inquieti hanno fatto tacere l’inquietudine del cuore, dipingono Dio con comandamenti e si dimenticano di Dio: ‘Voi, trascurando il comandamento di Dio, osservate la tradizione degli uomini’, e così si allontanano da Dio, non camminano verso Dio e quando hanno un’insicurezza, inventano o fanno un altro comandamento”.

“Oggi la liturgia ci fa riflettere su questi due testi: due carte d’identità. Quella che tutti noi abbiamo, perché il Signore ci ha fatto così, e quella che ci dice: ‘Mettiti in cammino e tu avrai conoscenza della tua identità, perché tu sei immagine di Dio, sei fatto a somiglianza di Dio. Mettiti in cammino e cerca Dio’. E l’altra: ‘No, stai tranquillo: compi tutti questi comandamenti e questo è Dio. Questo è il volto di Dio’. Che il Signore ci dia a tutti la grazia del coraggio di metterci sempre in cammino, per cercare il volto del Signore, quel volto che un giorno vedremo ma che qui, sulla Terra, dobbiamo cercare”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...