L’incontro tra Papa Francesco e Meriam

Papa Francesco ha incontrato oggi, 24 luglio 2014, a Casa Santa Marta, Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la 27enne cristiana condannata a morte per apostasia e adulterio in Sudan, accompagnata dal marito Daniel Wani e dai suoi figli: Martin di un anno e mezzo, e Maya, nata proprio in carcere due mesi fa. Il Santo Padre ha ringraziato Meriam e la sua famiglia per la loro testimonianza di fede e Meriam, da parte sua, ha ringraziato Papa Francesco e le migliaia di credenti che in questi mesi si sono mobilitati nella preghiera e a favore della sua causa.

Queste le immagini dell’incontro:

Sono stati 150mila gli italiani che in questi mesi hanno aderito alla mobilitazione italiana lanciata da Italians for Darfur e sostenuta in particolare dal quotidiano Avvenire.

Meriam alla fine è libera, libera di lasciare la sua terra, la sua attività, la sua vita. Di iniziarne una nuova, ma con alle spalle lunghi mesi di prigione passati insieme al suo piccolo Martin, con il pensiero fisso di una condanna a morte, vivendo il parto della sua Maya proprio tra le sbarre, senza la dovuta assistenza, trattata come l’ultima degli ultimi. Adesso volerà negli Stati Uniti mentre in Sudan, molto probabilmente, i suoi parenti che l’hanno denunciata di apostasia e adulterio, potranno appropriarsi della sua attività economica. Meriam è libera, ma in Sudan, così come in molte altre parti del mondo, l’uomo non è libero di credere. Sono i martiri del nostro tempo che, come ripete spesso Papa Francesco, sono più numerosi oggi che ai primi tempi della Chiesa. Il pensiero e la preghiera vanno a loro che sono da esempio per tutti noi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...