“Sono innamorato come il primo giorno?”. Omelia di Papa Francesco del 6 giugno 2014

Papa Francesco nell’omelia della Messa celebrata oggi, 6 giugno 2014, a casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Lettura del Vangelo (Gv 21,15-19) per ricordare che prima di tutto un prete deve essere pastore; e deve pensare che la domanda: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?» (Gv 21, 17), Gesù la rivolge, oggi, a lui e a ognuno dei sacerdoti e vescovi; e chiedersi: “Sono innamorato come il primo giorno?”.

Questa è la trascrizione:

“Questa è la domanda che faccio a me, ai miei fratelli vescovi e ai sacerdoti: come fa l’amore di oggi, quello che fa Gesù, no? E’ come il primo? Sono innamorato come il primo giorno? O il lavoro, le preoccupazioni un po’ mi fanno guardare altre cose, e dimenticare un po’ l’amore? Ma i coniugi litigano, litigano. E quello è normale. Ma quando non c’è amore, non si litiga: si rompe”.

“Pasci. Con la teologia, con la filosofia, con la patrologia, con quello che studi, ma pasci. Sii pastore. Perché il Signore ci ha chiamati per questo. E le mani del vescovo sulla nostra testa è per essere pastori. E’ una seconda domanda, no? La prima è: ‘Come va il primo amore?’. Questa, la seconda: ‘Sono pastore, o sono un impiegato di questa ong che si chiama Chiesa?’. C’è una differenza. Sono pastore? Una domanda che io devo farmi, i vescovi devono fare, anche i preti: tutti. Pasci. Pascola. Vai avanti”.

“Se noi abbiamo perso l’orientamento o non sappiamo come rispondere sull’amore, non sappiamo come rispondere su questo essere pastori, non sappiamo come rispondere o non abbiamo la certezza che il Signore non ci lascerà da soli anche nei momenti più brutti della vita, nella malattia, Lui dice: ‘Seguimi’. E’ questa, la nostra certezza. Sulle impronte di Gesù. Su quella strada. ‘Seguimi’”.

Annunci

Un pensiero su ““Sono innamorato come il primo giorno?”. Omelia di Papa Francesco del 6 giugno 2014

  1. Papa Francesco è la GRAZIA che Dio ha voluto farci !! Come lui nessuno….lui è il piu’ GRANDE perchè ci ha parlato di amore, di gioia, di tenerezza….del profumo delle pecore che deve sentire il sacerdote, i vescovi…. lui ci insegna ad avere una grande forza e la gioia del dono della vita !! Noi dobbiamo amarlo tanto, poichè lui ama tutti !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...