“La gelosia e l’invidia sono le armi del diavolo”. Omelia di Papa Francesco del 23 gennaio 2014

Papa Francesco, nell’omelia della Messa celebrata oggi, 23 gennaio 2014, a Casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Prima Lettura (1 Sam 18, 6-9: 19,1-7) per parlare di come la gelosia, l’invidia e le chiacchiere finiscano per disgregare le comunità cristiane. Nella Lettura, che parla della vittoria di Israele sui filistei, il re Saul era geloso per come le folle cantavano le lodi di Davide che aveva ucciso diecimila uomini contro i mille del re. Saul aveva paura di perdere il regno e la gioia per la vittoria riportata si trasformò ben presto in gelosia e in invidia e nacque in lui la decisione di uccidere Davide, diventato troppo scomodo. Nel cuore di una persona rosa dalla gelosia e dall’invidia, ha detto il Papa attualizzando il brano ai nostri giorni, accadono due cose: l’amarezza e le chiacchiere, che portano divisione nelle comunità e le distruggono. La gelosia e l’invidia, ha ribadito il Santo Padre, “sono le armi del diavolo”.

Questa è la trascrizione:

“La gelosia porta ad uccidere. L’invidia porta ad uccidere. E’ stata proprio questa porta, la porta dell’invidia, per la quale il diavolo è entrato nel mondo. La Bibbia dice: ‘Per l’invidia del diavolo è entrato il male nel mondo’. La gelosia e l’invidia aprono le porte a tutte le cose cattive. Anche divide la comunità. Una comunità cristiana, quando soffre – alcuni dei membri – di invidia, di gelosia, finisce divisa: uno contro l’altro. E’ un veleno forte questo. E’ un veleno che troviamo nella prima pagina della Bibbia con Caino”.
“La persona invidiosa, la persona gelosa è una persona amara: non sa cantare, non sa lodare, non sa cosa sia la gioia, sempre guarda ‘che cosa ha quello ed io non ne ho’. E questo lo porta all’amarezza, un’amarezza che si diffonde su tutta la comunità. Sono, questi, seminatori di amarezza. E il secondo atteggiamento, che porta la gelosia e l’invidia, sono le chiacchiere. Perché questo non tollera che quello abbia qualcosa, la soluzione è abbassare l’altro, perché io sia un po’ alto. E lo strumento sono le chiacchiere. Cerca sempre e vedrai che dietro una chiacchiera c’è la gelosia e c’è l’invidia. E le chiacchiere dividono la comunità, distruggono la comunità. Sono le armi del diavolo”.
“Oggi, in questa Messa, preghiamo per le nostre comunità cristiane, perché questo seme della gelosia non venga seminato fra noi, perché l’invidia non prenda posto nel nostro cuore, nel cuore delle nostre comunità, e così possiamo andare avanti con la lode del Signore, lodando il Signore, con la gioia. E’ una grazia grande, la grazia di non cadere nella tristezza, nell’essere risentiti, nella gelosia e nell’invidia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...