“Il nostro cuore deve essere aperto alla Parola di Dio”. Omelia di Papa Francesco del 17 gennaio 2014

Papa Francesco, nell’omelia della Messa celebrata oggi, 17 gennaio 2014, a Casa Santa Marta, ha preso spunto dalla Prima Lettura (1 Sam 8, 4-7. 10-22a) per parlare della tentazione che abbiamo un po’ tutti di scegliere una parola più “comoda” e allettante, piuttosto che seguire la Parola di Dio. Nella Lettura, Israele vuole un re che sia giudice, come tutti gli altri popoli, rigettando l’elezione, come ha detto il Papa, per cercare la mondanità. E questo accade ancora oggi, ha continuato: “tante volte dimentichiamo la Parola di Dio e prendiamo quella più alla moda”. Bisogna resistere a questa tentazione, alla voglia di cedere a questo complesso di inferiorità, di volerci considerare un popolo “normale”: il Signore è con noi, cammina con noi. Il nostro cuore deve essere aperto alla Parola di Dio, “per non allontanarci dall’elezione”.

Questa è la trascrizione:

 

“La normalità della vita esige dal cristiano fedeltà alla sua elezione e non venderla per andare verso una uniformità mondana. Questa è la tentazione del popolo, e anche la nostra. Tante volte, dimentichiamo la Parola di Dio, quello che ci dice il Signore, e prendiamo la parola di moda, no?, anche quella della telenovela è di moda, prendiamo quella, è più divertente! L’apostasia è proprio il peccato della rottura con il Signore, ma è chiara: l’apostasia si vede chiaramente. Questo è più pericoloso, la mondanità, perché è più sottile”.
“La tentazione viene e indurisce il cuore e quando il cuore è duro, quando il cuore non è aperto, la Parola di Dio non può entrare. Gesù diceva a quelli di Emmaus: ‘Stolti e tardi di cuore!’. Avevano il cuore duro, non potevano capire la Parola di Dio. E la mondanità ammorbidisce il cuore, ma male: mai è una cosa buona il cuore morbido! Il buono è il cuore aperto alla Parola di Dio, che la riceve. Come la Madonna, che meditava tutte queste cose in cuor suo, dice il Vangelo. Ricevere la Parola di Dio per non allontanarsi dall’elezione”.
“Chiediamo la grazia di superarli e chiediamo la grazia della docilità spirituale, cioè di aprire il cuore alla Parola di Dio e non fare come hanno fatto questi nostri fratelli, che hanno chiuso il cuore perché si erano allontanati da Dio e da tempo non sentivano e non capivano la Parola di Dio. Il Signore ci dia la grazia di un cuore aperto per ricevere la Parola di Dio e per meditarla sempre. E da lì prendere la vera strada”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...