“L’archivista è più crudele dell’oblio”. Lettera di Papa Francesco per Gustavo Cerati

Gustavo Cerati

In questi sei mesi abbiamo conosciuto un Papa che è rimasto prete, un uomo che è rimasto se stesso. Ogni giorno scopriamo che ha risposto personalmente ad una lettera, che ha chiamato direttamente una persona, che ha dato attenzione a chi gli chiedeva aiuto o una parola di conforto. Ha stupito ogni volta, per un gesto, per le parole, per la forza della semplicità. In questa storia scopriamo un aspetto profondo della personalità di Jorge Bergoglio: poche righe che aiutano a comprendere l’uomo; poche righe che sono poesia: “L’assuefazione va archiviando la vita, eppure la vita continua. Attende. Scompare e poi ritorna a farsi vedere. L’archivista è più crudele dell’oblio”.

Gustavo Cerati è un cantante argentino entrato in coma nel 2010 in seguito ad un ictus avuto durante un concerto a Caracas, in Venezuela. Il 20 agosto scorso, Gustavo Masó, un artista amico di Cerati, scrive a Papa Francesco per chiedere preghiere. Giorni fa, durante la trasmissione televisiva “Gracias por venir, gracias por estar” dedicata a Cerati, la madre Lilian Clark ha letto la risposta del Papa. Questa è la traduzione (dal sito Il sismografo):

“Signore Gustavo Masò,
grazie per la sua lettera dello scorso 20 [agosto]. Mi ha aiutato a riprendere contatto con Gustavo [Cerati]. L’assuefazione va archiviando la vita, eppure la vita continua. Attende. Scompare e poi ritorna a farsi vedere. L’archivista è più crudele dell’oblio. Aveva ragione il nostro Borges quando ci diceva che solo una cosa non ho trovato: l’oblio. Sì, quello di Dio. Tra noi però esiste ed è crudele. Grazie per aver soffiato le brezze di un ricordo. La prego di dire a Lian che la sua testimonianza mi fa bene, il suo coraggio di voler continuare sperando. Sono al suo fianco. E’ difficile dire qualcosa di fronte alla relazione, così sacra, come quella di una madre con il suo figlio. Che accetti però il mio silenzio fatto preghiera. Resto a sua disposizione. Per favore, le chiedo di pregare per me. Che Gesù la benedica e la Vergine Santa la protegga. Cordialmente, Francesco”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...